Migranti a Multedo, siamo arrivati al grottesco

Migranti a Multedo, siamo arrivati al grottesco
15 Novembre 2017 Genovasolidale - admin

Genova, 15/11/17

Lettera aperta a docenti ed educatori delle scuole genovesi e alla stampa cittadina

Il Collegio dei docenti dell’Istituto Comprensivo di Pegli ha approvato all’unanimità una mozione per respingere ogni forma di razzismo e ogni muro sociale (11 novembre 2017). La Dirigente scolastica, dottoressa Iris Alemano, ha ribadito che l’Istituto, da sempre, porta avanti un progetto educativo e formativo «orientato a promuovere l’inclusione, per esempio degli allievi disabili, e i genitori che iscrivono i loro figli lo devono avere ben chiaro». Ora, il comitato di Multedo contrario all’accoglienza ha fortemente contestato queste decisioni e «ha fissato un confronto, invitando i docenti a un faccia a faccia per esporre le proprie posizioni». Dove? Ai giardini John Lennon ovvero in un luogo aperto, dove la Dirigente si troverebbe al centro di un capannello animato da ideologie di rifiuto dell’accoglienza nonché a inopinate critiche sul ruolo dei docenti. Come se la tolleranza non fosse alla base di qualsiasi progetto educativo, ma materia di discussione. Qualcuno definirebbe “tragica” l’atmosfera civile che si respira a Multedo. Ma non svalutiamo gli aggettivi, tragico è quanto avviene in Libia dove i neri vengono venduti come schiavi, sottoposti ad abusi, torture e violenze di ogni tipo. Allora “vergognosa”? No, vergogna dovrebbero provare i governi europei vedendo definita dall’ONU “disumana” la loro politica nell’aiutare e finanziare la guardia costiera libica protagonista di «inimmaginabili orrori».

La richiesta del comitato contro l’accoglienza di Multedo è semplicemente grottesca. Secondo loro il progetto educativo e formativo  della scuola dovrebbe essere discusso in una piazza. Con tanto di tifoserie pro e contro? Con applausi e fischi? Con votazione finale? Ci sarà anche un orologio a scandire i tempi del dibattito come nella sfida all’O.K. Corral? Grottesco! GenovaSolidale dichiara la sua piena solidarietà ai docenti dell’Istituto Comprensivo e invita gli insegnanti e i dirigenti scolastici di tutte le scuole di Genova ad approvare, negli appositi organismi previsti dalla legge (non in piazza), una mozione in cui ci si dichiarano a favore dell’accoglienza, contro ogni discriminazione di sesso, religione, cultura, colore della pelle e per la libertà di insegnamento e di inviarla, in segno di solidarietà, al Collegio docenti dell’Istituto di Pegli.

Domenico Saguato e Roberto Malini – Promotori di Genovasolidale